tlak

mag 2015

Nuova puntata di Talk Scienza, la rubrica della WebTv del Cnr che affronta temi di attualità con gli esperti del mondo della ricerca, in studio è ospite il Professor Stelio Mangiameli, direttore dell’Istituto di studi sui sistemi regionali federali e sulle autonomie.

Il 24 maggio 1915 l’Italia entrava nella Grande Guerra, molti sono stati i progetti che hanno ricordato il centenario di una guerra che per il resto dell’Europa iniziava già nell’estate del 1914; numerosi gli episodi commemorati, ma una delle memorie più sacre della Prima Guerra Mondiale è la cosiddetta «tregua di Natale» tra tedeschi e inglesi. La tregua non fu ordinata dai comandi supremi, la scelta salì dal basso. Si trattò di una eccezionale circostanza dettata dalla spontaneità di un sentimento di fratellanza. Solo dopo la seconda Guerra Mondiale anche dall’alto si cominciò a costruire un’Europa unita nella pace.
Oggi sembra che avvenga il contrario di quanto successe allora: dal basso non è nato un sentimento di unione, tutt’altro, i movimenti populisti prodotti della crisi economica mostrano infatti un carattere antieuropeista; mentre dall’alto l’Unione Europea diventa sempre più influente nelle scelte politiche dei singoli Paesi, costretti a cedere parte della loro sovranità ad un ente sovranazionale segnato, in questo momento, da uno stato di grossa sofferenza.

La puntata affronta questo e altri punti critici a cui le ricerche dell’Issirfa rivolgono grande attenzione; per i prossimi anni, il Professor Mangiameli, appena riconfermato direttore, ha già ipotizzato un piano di studi che verterà su tre temi principali: divario nord sud, riforma dello Stato e federalismo digitale.

Leave a Reply

  • (will not be published)