Schermata 2019-01-04 alle 10.39.53

gen 2019

Attraversare l’Antartide in solitaria e senza assistenza è un’impresa, apparentemente impossibile, ma riuscita allo statunitense Colin O’Brady. 33 anni, armato di sci di fondo e una pesante slitta, il giovane ha percorso 1.600 chilometri in 54 giorni. Una impresa ai limiti dell’umano, si potrà pensare, ma non lo fu da meno quella compiuta 50 anni or sono dagli esploratori italiani. La prima spedizione scientifica italiana in Antartide fu organizzata, infatti, nell’estate australe 1968-69 dal Cnr – con il geologo Marcello Manzoni – assieme al Club alpino italiano, con il supporto logistico della Nuova Zelanda.

Il video offre un parallelo tra le due esperienze. Ne risulta un quadro in cui – pur essendo evidenti le differenze di tecnologia – il coraggio, l’abnegazione e i rischi della missione sono rimasti intatti nel tempo. Anzi, considerando la base di partenza, l’impresa del Cnr assume un maggior valore.

Qui il video su Aldo Segre, l’ultimo esploratore.

Leave a Reply

  • (will not be published)