volterra

mag 2018


In occasione dei 95 anni dalla fondazione, il Consiglio nazionale delle ricerche, nell’Area della ricerca di Pisa, ha organizzato una giornata dedicata al prof. Vito Volterra (Ancona, 1860 – Roma, 1940), alla presenza del presidente del Cnr, Massimo Inguscio, che ha sottolineato il pensiero lungimirante dell’uomo e dello scienziato, e di diverse personalità del mondo istituzionale, della ricerca e della politica.
Volterra è stato matematico, senatore, fondatore della Società italiana per il progresso delle scienze, ma soprattutto è stato fondatore e primo presidente del Cnr e presidente dell’Accademia dei Lincei, oltre che intransigente antifascista, che si rifiutò di giurare fedeltà al regime, sottoscrivendo il ‘Manifesto Croce’ degli intellettuali antifascisti. I 95 anni della fondazione del Cnr, coincidono anche con gli 80 anni dall’emanazione delle leggi razziali che colpirono lo stesso matematico.
La formazione universitaria di Volterra inizia proprio a Pisa, prima all’Università e in un secondo tempo alla Scuola Normale, come allievo di un altro grande matematico pisano, Ulisse Dini.
Per ricordare la figura di Volterra, nella stessa giornata commemorativa, è stata allestita una mostra documentale – realizzata a cura dell’Ufficio stampa del Cnr – con le foto e il fitto epistolario del primo presidente del Cnr con i più grandi matematici internazionali del tempo
Come riconoscimento alla lungimiranza del pensiero di Volterra, che aveva anticipato l’interdisciplinarietà dei saperi e l’interazione del mondo scientifico, con quello industriale e sociale, all’interno dell’evento, è stato dedicato un ampio spazio alla cyber security, che vede un ruolo molto importante del Cnr nell’ambito della ricerca in questo settore, in collaborazione con altre realtà del mondo universitario e istituzionali.

Leave a Reply

  • (will not be published)