Immagine

gen 2016

Organizzata dal Centro di ricerca sulle amministrazioni pubbliche “Vittorio Bachelet” – LUISS, ISSiRFA-CNR e Federalismi.it in collaborazione con l’Istituto Arturo Carlo Jemolo, presso l’Istituto Jemolo di Roma, si è tenuta la giornata di studio ”Prospettive di riassetto delle autonomie territoriali alla luce della riforma del Titolo V in itinere”.

Sono intervenuti il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il Giudice della Corte Costituzionale Giuliano Amato e il Ministro per le riforme costituzionali e per i rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi.

In attesa del referendum, dal cui esito dipenderà la conferma della riforma, si è cominciato a ragionare sulle conseguenze che dovrebbero derivare dalla revisione costituzionale, in particolare per le Regioni e gli enti locali, cercando di chiarire in che modo i percorsi di implementazione e attuazione delle innovazioni in itinere possano sintonizzarsi col principio autonomistico, recuperando e valorizzando il più possibile il senso e la portata dell’articolo  5° della Costituzione.

Si tratta di prefigurare – in primo luogo alla luce delle norme transitorie e finali della riforma – quanto necessario per realizzare effettivamente, a differenza di quanto accaduto dopo la riforma del 2001, un organico, coerente e tempestivo processo di riassetto del sistema, possibilmente condiviso da tutti gli attori coinvolti, mettendo alla prova il nuovo volto e la tenuta della potestà legislativa e regolamentare, nonché le riorganizzazioni prioritarie delle amministrazioni regionali e locali, in una prospettiva di reale autonomia responsabile, anche sul piano finanziario.

 

Leave a Reply

  • (will not be published)