FOTObosone

mag 2013

Il Bosone è chiamato anche particella di Dio, ovvero la particella che conferisce la massa.
La materia dell’universo è composta di particelle elementari che, come mattoncini da costruzione, formano tutto ciò che ci circonda. Queste particelle sono incorporee, evanescenti come fantasmi: è grazie alla massa che la materia cosmica si aggrega e forma stelle galassie, pianeti … e noi stessi. Ma se le particelle sono immateriali, dov’è la massa?
Il fisico Peter Higgs, 50 anni fa, ipotizzò l’esistenza di un’ulteriore particella dotata di massa, capace di “riempire” tutte le altre dando loro concretezza e solidità.
Il Bosone di Higgs è proprio questa particella. Ma quella di Higgs era solo una felice intuizione, mancava la prova sperimentale! Le ricerche condotte presso l’acceleratore LHC del CERN di Ginevra sembrano averne confermato l’esistenza. In questo anello, lungo 27 km, lo scontro tra alcune particelle cariche scagliate l’una contro l’altra, a velocità prossima a quella della luce, ne ha prodotte altre più pesanti e, tra queste, una che somiglia molto al famoso Bosone di Higgs. Adesso manca il passo finale: il Bosone di Higgs sarà come ce lo immaginavamo o differirà in qualche modo da quello ipotizzato? E’ ancora presto per dirlo ma, adesso che abbiamo catturato la particella ‘indagata’, potremo interrogarla e identificarla per sapere finalmente la verità…

Leave a Reply

  • (will not be published)