ratti

dic 2014


L’istituto di informatica e telematica e l’Istituto di scienza e tecnologie dell’informazione “Alessandro Faedo” hanno festeggiato – nell’Area del Cnr di Pisa – i 25 anni del Consorzio ERCIM (the European Research Consortium for Informatics and Mathematics). Per l’occasione, sono stati organizzati, il 23-24 ottobre scorso, panel, meeting e un convegno che ha visto tanti rappresentanti del mondo della ricerca, dell’industria ed esperti del mondo Ict. Ospite del convegno anche Carlo ratti, direttore del “Senseable City Lab” del Mit di Boston, che ha incantato la platea parlando dell’importanza dei Big data e delle smart city. “Più che ‘smart’ city a noi piace usare l’aggettivo ‘senseable’”, dice Ratti, “perché ha un doppio significato in inglese e sembra mettere più l’enfasi sulle persone che non sulla tecnologia: il risultato è una città che risponde meglio ai cittadini”.

Leave a Reply

  • (will not be published)