cavibeer

lug 2018

Nel Birrificio San Gimignano, a Barberino Val d’Elsa, in provincia di Firenze, è stato inaugurato il primo apparato che sostituisce le tecnologie esistenti relative alla fase di “cottura” del mosto, grazie all’integrazione di processi di cavitazione idrodinamica controllata. L’industrializzazione si è basata sulle ricerche dell’Istituto di biometeorologia del Cnr di Firenze, nell’ambito del progetto Tila (Tecnologia innovativa liquidi alimentari), cofinanziato dalla Regione Toscana. La nuova tecnologia, brevettata dal Cnr e dalla società Bysea, che hanno depositato anche il relativo marchio ‘Cavibeer’, consente una riduzione dei tempi di lavoro di oltre il 50% e dei consumi di energia di oltre il 40%. Permette inoltre l’eliminazione di fasi del processo produttivo come le triturazione a secco dei grani e la bollitura del mosto, garantendo migliori proprietà strutturali della birra e una maggiore durata di conservazione.

Leave a Reply

  • (will not be published)