Immagine

set 2017

A Roma Il 65.mo Congresso Internazionale di Medicina Aeronautica e Spaziale con la partecipazione di più di 400 scienziati ed esperti del settore aeromedico provenienti da oltre 80 Paesi. La comunità aeromedica mondiale, si è riunita nella sede del Consiglio Nazionale delle Ricerche per discutere sia del benessere dei milioni di passeggeri che viaggiano quotidianamente a bordo degli aerei commerciali, sia dei problemi aeromedici dei professionisti del settore, piloti ed equipaggi, militari e civili, per incrementare sempre di più la sicurezza del volo.

Una specifica sessione è stata dedicata alla Cardiologia aeronautica ed alla valutazione del rischio aeromedico nel volo di piloti ed equipaggi, legato alle patologie cardiovascolari che oggi, nel mondo occidentale, sono la prima causa di morte nella popolazione generale.

A fare gli onori di casa, il professor Massimo Inguscio, Presidente del Cnr e, tra gli ospiti, il presidente del parlamento europeo, Antonio Tajani, che ha incentrato il suo intervento sull’azione dell’Unione europea  nella lotta al cambiamento climatico che rappresenta sempre più  una priorità. Di rilievo anche l’intervento del Generale Claudio Graziano, Capo di Stato Maggiore della Difesa che, parlando dello spazio, ha voluto sottolineare quanto sia diventato fondamentale per la sicurezza del Paese e non solo per fronteggiare le minacce provenienti dal Sud.

Leave a Reply

  • (will not be published)