nicolais

mag 2015

Rai1 UnoMattina – La puntata si apre sul caso di Gigliola Staffilani, l’unica italiana che insegna matematica al Mit, una delle più prestigiose università del mondo, che, come racconta in un’intervista, avrebbe voluto lavorare nel nostro paese ma non le fu possibile:«In passato il mio desiderio era quello di lavorare in Italia – confessa -. Così, nel 1998, partecipai a un concorso nazionale per professore associato, ma la mia domanda non fu neanche presa in considerazione. Il rammarico è che, con gli stessi titoli, fui poi selezionata come assistant professor sia a Princeton sia a Stanford. E in Italia, invece, cosa era accaduto? Avevano cestinato il mio curriculum: sarei andata dappertutto pur di tornare…».

Il presidente Nicolais ospite in studio ad UnoMattina, spiega perché le assunzioni dei ricercatori in Italia procedono così a rilento e come, questa lentezza burocratica, abbia instaurato un clima di sfiducia e sia una delle cause della fuga dei cervelli.

Leave a Reply

  • (will not be published)