cov19

feb 2020

(Rai Gr1) – Nell’intervista ai microfoni di Radio Rai, Giovanni Maga, Direttore dell’Istituto di genetica molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Igm), parla dei possibili decorsi del coronavirus a seconda delle diverse fasce di età della popolazione. “Sperare nel decrescere dei contagi con l’aumento delle temperature, come sta accadendo anche per la normale influenza, è una ragionevole ipotesi ” afferma Maga, “ma al momento non sappiamo come questo virus si comporti da un punto di vista stagionale”. In Italia, in particolare, il rischio da contagio ha scatenato fenomeni al limite della psicosi, ma su questo punto, l’esperto precisa che “L’infezione di questo nuovo coronavirus ha un decorso benigno nella assoluta maggioranza dei casi. Guarire è la regola”. Sottolinea poi che gli individui che rientrano nella fascia di età giovane, “presentano una sintomatologia moderata o lieve che non richiede ospedalizzazione e guariscono senza particolari conseguenze”. Esiste, va ammesso, una percentuale di soggetti a rischio, ma si attesta al 10-15% “sempre a seconda della propria costituzione, del proprio stato fisico, che può sviluppare una polmonite virale. Una incidenza che, sebbene superiore a quella di un virus influenzale, presenta però un decorso benigno nella maggioranza dei casi”.

Infine, per quanto riguarda la limitazione dell’infezione, secondo Maga l’unico sistema necessario è quello adottato: “Circoscrivere le zone potenzialmente interessate”.

Immagini di repertorio Askanews

Leave a Reply

  • (will not be published)