Immagine

lug 2015

EXPO 2015 – Il Progetto “Pescato Mediterraneo: certificazione di qualità e valorizzazione  dei crostacei decongelati”, che coinvolge l’Istituto di Biomedicina e Immunologia Molecolare “A. Monroy” e l’Istituto di Biofisica, entrambi del Cnr di Palermo, è nato dall’esigenza di alcune imprese del comune di Mazara del Vallo (TP) di valorizzare il prodotto decongelato. E’ infatti opinione comune considerare i crostacei decongelati di qualità inferiore, ma così non è se viene utilizzato un corretto disciplinare di decongelamento.

Il CNR ha sviluppato due prototipi che sono in grado di valutare, mediante analisi molecolari e sensoriali la qualità dei crostacei decongelati. In particolare, il prototipo progettato e realizzato dall’IBIM-CNR consentirà di eseguire un test ‘biomolecolare colorimetrico’ su campionature di crostacei; quello progettato e realizzato dall’IBF-PA valuterà la qualità dei lotti di crostacei analizzando le molecole volatili. Questi strumenti permetteranno agli addetti ai lavori, incluse le autorità di controllo e la grande distribuzione, di controllare la qualità del gambero rosa e dello scampo, due crostacei del mar Mediterraneo di grande interesse commerciale.

Il progetto, che vede la partecipazione del’Istituto Zooprofilattico della Sicilia  e delle imprese Itaga, FrioMed e Medipesca di Mazara del Vallo (Tp), è stato finanziato dalla Regione Sicilia, Assessorato  Regionale  Attività Produttive – PO-FESR 2007-2013.

Il filmato è stato presentato ad  EXPO-2015 grazie alla partecipazione del Consorzio MED EUROPE EXPORT.

 

Leave a Reply

  • (will not be published)