itc_morandi

ago 2018


Rai Tg1 – Il direttore dell’Istituto di tecnologia delle costruzioni del Consiglio nazionale delle ricerche Cnr-Itc, Antonio Occhiuzzi, relativamente al ponte Morandi di Genova spiega che il crollo può dipendere da moltissime cause. Preliminarmente, però, è possibile fare qualche considerazione di carattere generale. Va ricordato che la sequenza di crolli di infrastrutture stradali italiane sta assumendo, da alcuni anni, un carattere preoccupante. L’elemento in comune alla fenomenologia descritta è l’età (media) delle opere: gran parte delle infrastrutture viarie italiane ha superato i 50 anni di età, che corrispondono alla vita utile associabile alle opere in calcestruzzo armato realizzate con le tecnologie disponibili nel secondo dopoguerra (anni ’50 e ’60).

Leave a Reply

  • (will not be published)