Schermata 2020-01-15 alle 18.38.58

gen 2020

I sapr, meglio conosciuti come droni, sono strumenti sempre più utilizzati nell’ambito della ricerca. All’interno del Cnr – che è, in alcuni casi, anche costruttore di speciali droni – sono sfruttati da diversi gruppi di lavoro, per mappare, ad esempio, aree interessate da fenomeni franosi o, come è avvenuto a Matera, col progetto ‘5G’, per cui l’Ente ha costruito un drone per il trasporto del modem 5G e delle telecamere di pubblica sicurezza, il cui peso eccessivo ha reso necessario l’assemblaggio di un velivolo ad hoc.

L’Unità di prevenzione e protezione e l’Unità formazione e welfare del Cnr hanno organizzato una giornata formativa per fare il punto sui sistemi aeromobili a pilotaggio remoto, i cosiddetti ‘Sapr’, inseguito al nuovo Regolamento Enac. Un confronto ra esperti del settore, utile per definire le linee di indirizzo per la gestione dei Sapr nel Cnr considerando in maniera integrata gli aspetti di sicurezza degli operatori, della popolazione, dello spazio aereo, della gestione dei dati e di security.

 

Leave a Reply

  • (will not be published)