Esa

ott 2017

Il giornalista di Euronews, Jeremy Wilks, nel programma Space ci parla dell’uso delle tecnologie satellitari per studiare l’atmosfera. Impegnata in tal senso è proprio l’Esa, l’Agenzia spaziale europea, che con il suo satellite, il Sentinel-5P, lanciato il 13 ottobre, raccoglie dati su inquinamento e ozono. Sentinel-5P fa parte del programma di osservazione della Terra della Commissione Europea denominato Copernicus. I dati che è in grado di formire raggiungono un livello di dettaglio mai raggiunto prima. Grazie a uno strumento che è a bordo, Tropomi, si potrà conoscere molto di più di quanto non si sappia sull’ozono. La tecnologia satellitare, dunque, si profila come una valida alleata per diradare i misteri che ancora riguardano il clima e la meteorologia.

Leave a Reply

  • (will not be published)