festival_scienza

nov 2019


Grande successo di pubblico per l’edizione 2019 del Festival della Scienza di Genova, svoltosi dal 24 ottobre al 4 novembre 2019: 210.000 le visite complessivamente registrate (+27,8% di presenze rispetto all’anno precedente) e oltre 280 gli eventi in programma, dislocati in tutta la città.
Il Cnr, che della manifestazione è main partner, ha partecipato con una ricca offerta di eventi: mostre, conferenze, laboratori e performance molto vari, accomunati dall’elevato livello scientifico dei contenuti.
Tra le mostre, il Cnr ha celebrato a Palazzo Ducale vent’anni di progettazione e realizzazione di giochi scientifici interattivi con “La scienza si fa bella. Una selezione di grandi exhibit per toccare con mano il piacere della scoperta”, nella quale sono state proposte al pubblico le più spettacolari installazioni portate in oltre 30 città, 11 stati e tre continenti, un’expertise unica a livello nazionale. Al Porto Antico, invece, era allestita “Trasmutazioni. Elementi in connessione” a cura del fotografo e ricercatore del Cnr-Ismar Mauro Caccavale e di Michela Alfè, artista e ricercatrice di Cnr-Irc, organizzata in collaborazione con Cnr-Spin e Università Federico II di Napoli.
Ampia l’offerta di laboratori, con un’attenzione particolare al tema della chimica, disciplina alla quale erano dedicati “Zolfo, un viaggio dall’alchimia al futuro” (Cnr-Scitec in collaborazione con Fondazione Compagnia di San Paolo e Università degli Studi di Genova), “IntrappolAria. Una spumeggiante combinazione di elementi (Cnr-Icmate), “I legami della vita. Elementary DNA” (Cnr-Ibfm), “Conoscere il radon: un ospite indesiderato nelle nostre case” (Cnr-Igag, Ingv e altri partner del progetto Respire), “Dalla luce al glucosio. La fotosintesi spiegata a colori” , “A cosa serve la Chimica? Materiali sostenibili per la produzione e l’accumulo di energia pulita”, “Neodimio: le meraviglie del magnetismo”, “Gli elementi negli alimenti. Come ti imbandisco la tavola periodica”, questi ultimi a cura di Cnr-Ismn e Cnr-Isof a cura di Cnr-Ism nell’ambito del progetto europeo “Dalla ricerca a scuola… e ritorno”. Altro tema protagonista del Festival la celebrazione di Leonardo da Vinci, cui erano dedicati il laboratorio “A tavola con Leonardo? La curiosità si fa uomo”, (Cnr-Scitec e Associazione Festival della Scienza) e la conferenza “Leonardo Da Vinci. Lunga vita all’Ultima cena” (a cura di Unità Ufficio stampa e Dipartimento di scienze biomediche). Altre esperienze erano dedicate a temi di stretta attualità, come l’inquinamento da plastica trattato nel laboratorio “Viaggio nella Platisfera”, (Cnr-Ias e Cnr-Scitec) i nuovi materiali, oggetto di “Movimenti alla Microscala” (Cnr-Spin), o il tema delle dipendenze in “Elementi d’azzardo” (Cnr-Scitec e Alisa Regione Liguria), mentre ai più giovani erano dedicati “Il gioco dell’energia pulita. Acqua… pronti, partenza, via!” (Cnr-Icmate), “Indovina Chi. Storie di scienza e scienziati” (Cnr Unità Comunicazione Informazione e URP e Università degli studi di Genova).
A completare il programma, eventi speciali e numerose conferenze, alcune delle quali dedicate a presentare i più recenti volumi della collana “Comics&Science” di Cnr edizioni.

Leave a Reply

  • (will not be published)