ilcolpo

mar 2013


Mario Tozzi presenta il cortometraggio “Il colpo” di Raffaele Manco.

Nell’estate del 1895 Guglielmo Marconi dimostrò la possibilità di trasmettere segnali radio a distanza. In uno dei tanti esperimenti, l’appena ventenne inventore posizionò davanti la sua casa di Villa Grifone un apparecchio di sua creazione per le trasmissioni senza fili dal quale avrebbe fatto partire un impulso. A circa 2,5 chilometri di distanza, nei pressi del Colle dei Celestini in località Pontecchio, posizionò un ricevitore ed un’antenna (un palo con dei fili di rame e scatole di latta conficcati nel terreno).

Il colpo di fucile che riecheggiò nella campagna bolognese circostante salutò un passo rivoluzionario nella storia del mondo: la nascita della comunicazione senza fili.

Il cortometraggio “Il colpo” è una ricostruzione storica che vuole riflettere e ripercorrere l’attesa che precedette lo sparo. L’alba del fatidico giorno, la tenacia del giovane Guglielmo, l’azione del fratello Alfonso accompagnato dal colono Mignani, la fedeltà del giardiniere Antonio Marchi che mai abbandonò il “signurein” Guglielmo, la preoccupazione del padre Giuseppe, la fiducia assoluta della madre Annie.

Leave a Reply

  • (will not be published)