Immagine

apr 2018

Firmato un accordo tra Istituto nazionale tumori ‘Fondazione G. Pascale’, Dipartimento di ingegneria Ict e tecnologie per l’energia e i trasporti del Consiglio nazionale delle ricerche (Diitet-Cnr) e Ibm per la costituzione di un Centro di sperimentazione di tecnologie di intelligenza artificiale a supporto della medicina di precisione. L’accordo, siglato presso la sede della ‘Fondazione Pascale’ a Napoli, ha come obiettivo quello di raggiungere nuovi traguardi nel campo della medicina di precisione, utili ad individuare moderni ed idonei indirizzi in materia di prevenzione, diagnosi e cura delle patologie tumorali attraverso la ricerca scientifica, l’innovazione tecnologica e gestionale.

“Il Cnr è fortemente impegnato nello sviluppo di nuove tecnologie basate sull’ intelligenza artificiale”, ha dichiarato Giuseppe De Pietro, direttore dell’Istituto di calcolo e reti ad alte prestazioni del Cnr di Napoli. “La nascita di questo Centro, il primo in Italia, rappresenta un’ importante opportunità per favorire un rapido ed efficace sviluppo di tali tecnologie nel settore della medicina di precisione”.

Per Attilio Bianchi, Direttore generale ‘Fondazione G. Pascale’, “E’ un onore che Ibm e Cnr abbiano individuato il nostro Istituto per attivare questa ricerca di respiro internazionale. Metteremo a disposizione tutto il nostro know how, certi di partecipare alla creazione di un nuovo paradigma per la ricerca e l’assistenza”.

“Come Ibm siamo impegnati nello sviluppo di soluzioni in ambito sanitario che vedono le tecnologie cognitive e di intelligenza aumentata a servizio di pazienti, professionisti e ricercatori”, ha concluso Francesco Stronati, Vice President Ibm, Health and public sector. “Metteremo a disposizione del nuovo Centro di Sperimentazione le nostre competenze con l’obiettivo di supportare una sempre migliore cura delle persone”.

 

 

 

Leave a Reply

  • (will not be published)