bacoseta

feb 2014

“Agli inizi del 2000 dal confronto tra persone di diversa provenienza e dalla formazione più disparata è emersa l’esigenza di comprendere e studiare più a fondo la realtà calabrese, le sue difficoltà economiche e sociali, il suo isolamento, le ragioni del suo ritardo.
Quale è stata la storia della Calabria? Quali i settori portanti della sua economia? Cosa è accaduto ad essi nel tempo?
Alla luce di questi interrogativi, la sericoltura rappresenta un interessante campo di indagine. Il settore serico ha rivestito un ruolo cruciale nell’economia calabrese nel corso dei secoli. Il gruppo interdisciplinare denominato Il Gelso nasce dal bisogno di una più approfondita e problematica conoscenza di tale settore”. Idamaria Fusco, ricercatrice dell’Istituto di studi sulle società del Mediterraneo del Cnr di Napoli (Issm), spiega i principali obiettivi del gruppo: “mettere insieme le iniziative presenti sul territorio della Calabria, e non solo, per ricostruire la storia della sericoltura e comprenderne le potenzialità attuali”

Il Gelso nasce da una collaborazione tra l’Università della Calabria e l’Issm. In particolare, hanno contribuito Paolo Malanima, già direttore dell’Istituto, e Idamaria Fusco, curatrice della pubblicazione de La seta. E oltre…,  volume che raccoglie gli atti del Convegno omonimo, a cui è allegato il video prodotto da Vincenzo Romano, tecnologo dell’Issm, con la supervisione scientifica sia di Malanima sia di Fusco.

Leave a Reply

  • (will not be published)