Immagine

set 2017

Il progetto BLASCO (Blending Laboratory and satellite techniques for detecting cyanobacteria in lakes), coordinato da Giuseppe Morabito, ricercatore recentemente scomparso, dell’Istituto degli Ecosistemi del Cnr di Verbania – Pallanza, in collaborazione con Mariano Bresciani dell’Istituto per il rilevamento elettromagnetico dell’ambiente del Cnr di Milano e finanziato da Fondazione Cariplo, si basa sulla lunga esperienza e tradizione di studi limnologici portandoli ad un livello successivo, globale, utilizzando i dati satellitari avanzati per sviluppare e convalidare gli algoritmi per la rilevazione di fioriture di cianobatteri che è uno dei problemi più urgenti in tutto il mondo.

Le fioriture algali sono tra gli effetti nocivi dell’eutrofizzazione dei corpi idrici: questi eventi sono in aumento nelle acque del mondo, anche accelerati dal cambiamento climatico. Responsabili di tali fioriture sono spesso organismi
tossici. I costi attribuibili alle fioriture algali sono significativi e possono avere un impatto sui costi sanitari, sui costi associati al trattamento delle acque destinate al consumo umano, all’industria del turismo.

L’importanza di questo progetto italiano è enorme. Grazie a esso, infatti, la limnologia, la scienza che studia i laghi, è passata da una fase tradizionale a una di nuova generazione, basata sulla messa a punto di tecnologie all’avanguardia. Un successo per la ricerca del Cnr e del Paese.

Il video ci accompagna alla scoperta delle tonalità cromatiche e delle caratteristiche visive dei cianobatteri.

 

Leave a Reply

  • (will not be published)