RFX Padova

mar 2017

Il Consorzio Rfx – composto da Cnr, Enea, Infn, Università di Padova e Acciaierie Venete ha ospitato circa 42 studenti presso la sua sede nell’Area della Ricerca del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) di Padova.
L’occasione è data dal progetto ispirato all’ ‘Articolo 9 della costituzione’ –  promosso da Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, Fondazione Benetton Studi Ricerche e Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, con la collaborazione scientifica del Cnr, teso a rendere gli studenti cittadini partecipi della scienza e della tecnica.
Presso l’Area del Cnr si sta giocando una grande sfida: ‘riprodurre sulla Terra l’energia del sole, quella da fusione’, un tema che ha affascinato i ragazzi.
Per prepararli alla visita dell’area Vanni Antoni, direttore dell’Istituto gas ionizzati del Cnr, in una introduzione è partito dall’energia del quotidiano per passare a parlare degli impianti sperimentali in costruzione a Padova.
Successivamente accompagnati dai ricercatori, gli studenti hanno potuto ammirare e toccare con mano le tecnologie messe in campo.
I percorsi sono partiti dalla macchina RFX mod – importante esperimento nello studio della fisica dei plasmi e del loro confinamento magnetico- attualmente smontata per lavori di manutenzione e di implementazione.
Gli studenti sono poi passati alla visita dell’impianto NBTF (Neutral Beam Test Facility) in allestimento nell’ambito del progetto internazionale Iter, il reattore sperimentale a fusione in costruzione in Francia che dovrà produrre energia pulita per il 2050.
Presso il Consorzio si stanno realizzando i prototipi della sorgente Spider e dell’iniettore di particelle neutre Mitica per il riscaldamento del plasma del reattore.
Dopo il tour ‘scientifico’ gli studenti hanno avuto la possibilità di interagire con i ricercatori del Consorzio RFX.

 

 

 

Leave a Reply

  • (will not be published)