Immagine

feb 2016

Presentato a Roma, presso l’auditorium del CNR, il Centro per la Microzonazione sismica (CentroMs). Nato agli inizi del 2015 su iniziativa del Dipartimento Scienze del Sistema Terra e Tecnologie per l’Ambiente del Cnr (Dta-Cnr), il Centro si pone l’obiettivo di coordinare tutti gli attori che partecipano alle indagini di attività della microzonazione sismica. La Microzonazione sismica è uno strumento molto importante per la mitigazione del rischio sismico e dopo decenni di studi sulla materia si è sentita l’esigenza di coordinare meglio tutte le strutture operanti sul territorio nazionale: enti di ricerca, università e regioni. “La mission del CentroMs è di costituire un supporto tecnico-scientifico per tutte quelle attività che si verranno ad effettuare nei prossimi anni anche sulla scorta dei finanziamenti messi a disposizione dal governo”, spiega Massimiliano Moscatelli, ricercatore dell’Istituto di geologia ambientale e geoingegneria del Cnr (Igag-Cnr) e responsabile scientifico del CentroMS. “In particolare il CentroMs si occuperà dello sviluppo di metodologie e aggiornamenti sugli studi di microzonazione sismica e sulle sue applicazioni, della promozione di formazione teorica e operativa, della fornitura di supporto tecnico-scientifico per il coordinamento degli studi e della divulgazione dell’informazione ai soggetti interessati ed ai cittadini”.
La giornata dei lavori ha visto la partecipazione, tra gli altri, di Paolo Annunziato, direttore generale del CNR, Enrico Brugnoli, direttore Dta-Cnr, Angelo Borrelli, vice capo della Protezione Civile, Gabriele Scarascia Mugnozza, presidente del comitato d’indirizzo del CentroMs e Paolo Messina, direttore Igag-Cnr. coordina le attività del CentroMS

Per saperne di più:www.centromicrozonazionesismica.it

Leave a Reply

  • (will not be published)