Ivalsa Follonica

mar 2017

Biodiversità, ricerca e innovazione sono i punti di forza della produzione di olio extravergine di oliva del nostro Paese da cui bisogna partire per far rinascere un settore in forte crisi.

Se ne è parlato presso l’azienda sperimentale di Santa Paolina (Follonica GR) dell’Istituto per la Valorizzazione del Legno e delle Specie Arboree (Ivalsa Cnr), che conserva una delle più vaste collezioni mondiali di genotipi di olivo. “Il germoplasma italiano costituisce una ricchezza unica di biodiversità che deve essere valorizzata, soprattutto in considerazione dei forti cambiamenti in corso, dai mutamenti climatici alle emergenze fitosanitarie, dai nuovi sistemi economici all’evoluzione tecnologica”, dichiara Mauro Centritto, direttore dell’Ivalsa-Cnr. Tra gli interventi anche quello del presidente della XIII Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati Luca Sani.

 

Leave a Reply

  • (will not be published)