oltre visibile

feb 2020

In occasione della mostra ‘Leonardo e la Madonna Litta’ al Museo Poldi Pezzoli, la Fondazione Bracco, l’Istituto di bioimmagini e fisiologia molecolare del Cnr (Cnr-Ibfm) in collaborazione con l’Università di Milano e l’Università di Milano-Bicocca, hanno eseguito un’articolata campagna di analisi diagnostiche su alcune delle opere esposte. Isabella Castiglioni, ricercatrice Cnr-Ibfm e docente all’Università di Milano-Bicocca, svela i segreti di alcuni dei capolavori leonardeschi indagati: “Il progetto ha come obiettivo lo studio e la valorizzazione di alcune opere di pittori leonardeschi in mostra attraverso il supporto offerto dalla ricerca scientifica e tecnologica. Sulle opere sono state svolte una serie di analisi tecnico-scientifiche di tipo chimico fisico non invasive, tutte eseguite con strumentazione portatile all’avanguardia in accordo di un protocollo standard che ha incluso studi di spettroscopia puntuale, immagini iperspettrali, riflettografia, radiografia, immagini di fluorescenza stimolata da luce ultravioletta.”

Video realizzato da ©Fondazione Bracco e Museo Poldi Pezzoli di Milano

Leave a Reply

  • (will not be published)