GiovedìScienza

feb 2017

Divulgazione e ricerca sono i protagonisti del Premio GiovedìScienza. Il premio, nato nel 2011 per promuovere le attività di divulgazione scientifica under 35, oggi “si è confermato vetrina dell’eccellenza scientifico-tecnologica del nostro territorio”. Giovane età, merito scientifico e spiccate doti comunicative sono i requisiti per rientrare tra i 10 finalisti.

La scorsa edizione è stata vinta dalla ricercatrice Dalila Burin – Dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Torino – con la presentazione del progetto “La riabilitazione è un gioco da ragazzi. Applicazioni cliniche e sperimentali della realtà virtuale immersiva.”

Da quest’anno sarà introdotto il Premio Speciale Elena Benaduce, riservato a lavori di ricerca nell’ambito delle Scienze della vita che si distinguano per la particolare attenzione alla persona e alla qualità della vita.

In palio premi in denaro, l’opportunità di raccontare la scienza al pubblico di GiovedìScienza e di partecipare a percorsi di tutoraggio.

Fino al 28 febbraio 2017 sarà possibile inviare la propria candidatura.

Leave a Reply

  • (will not be published)