Immagine

apr 2014

Per sicurezza alimentare si intende la gestione di tutte le fasi del percorso, dalla produzione al consumo, ed il rispetto delle norme che riguardano la filiera alimentare. Il concetto coinvolge infine anche il consumatore anche, il quale può assumere comportamenti sbagliati causando senza volerlo l’alterazione dell’alimento.
Un alimento viene considerato sicuro quando non presenta elementi tossici intrinseci o estrinseci, dannosi per la salute.
Il controllo della sicurezza alimentare passa attraverso la verifica di diversi livelli di qualità.
Il sistema di prevenzione per la contaminazione alimentare prende il nome di HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points, cioè Analisi del pericolo e controllo dei punti critici).
Questo sistema individua i pericoli che si possono verificare durante le fasi del processo produttivo come lo stoccaggio, il trasporto, la conservazione e la vendita al consumatore. Un prodotto sottoposto a controllo HACCP risponde a criteri di sicurezza e igiene, qualità, confezionamento, trasporto e immagazzinamento.

Fonte: Gianvincenzo Barba, Istituto di scienze dell’alimentazione in collaborazione con Isis di Pomigliano d’Arco (Na)

 

Leave a Reply

  • (will not be published)