smartarea

gen 2016


Il 30 novembre 2015 si è svolto il primo convegno ufficiale della Smart Area del Cnr di Pisa con la presentazione dei primi risultati di tutte le attività in via di progettazione e sperimentazione legate al parcheggio (smart parking), alla mobilità (Smart shared mobility), alla navigazione (smart navigation), agli edifici intelligenti (smart building), al badge d’accesso all’area (smart badge) e all’applicazione (smart open data) che potrà permettere di accedere ai dati prodotti da tutte le applicazioni, nate proprio per la Smart Area, in maniera integrata, come Linked Data.
“La Smart Area di Pisa è un’attività nata all’interno di un progetto nazionale voluto dal presidente del Cnr, Luigi Nicolais, e implementato dal Dipartimento di Ingegneria, Ict e Tecnologie per l’Energia e i Trasporti”, afferma Domenico Laforenza, presidente dell’Area della ricerca toscana. “All’interno di questo progetto, c’era anche quello di rendere più smart due delle più grandi aree del Cnr, quella di Pisa, che di fatto è la più grande in assoluto, e quella di Bologna”.
Per la realizzazione del progetto della Smart Area al Cnr pisano è stato creato una sorta di Smart Lab che ha messo a punto delle tecnologie “homemade”, che – con l’utilizzo di smartphone, mappe, app ecc. -, ha visto la creazione di prototipi che presto potranno essere fruibili anche dall’utente finale ed estese anche al territorio circostante e al pubblico esterno.
“Ci auguriamo di poter stabilire con aziende come Ibm e Telecom, ma non solo, un rapporto sinergico e paritetico di collaborazione” conclude Laforenza, “inteso a vedere lo Smart Lab come un laboratorio a cielo aperto, dove loro possono continuare a portare soluzioni interessanti anche per noi e viceversa, e lavorare così insieme per il beneficio del nostro contesto socio economico e territoriale”.

Per ulteriori informazioni: http://www.smart-applications.area.pi.cnr.it

Leave a Reply

  • (will not be published)