Immagine1

nov 2015

Nell’ambito dell’iniziativa ‘SperimEstate’, promossa dall’area di ricerca Cnr-Inaf di Bologna, un gruppo di studenti delle scuole superiori ha incontrato l’ufficio stampa del Cnr per seguire un esperimento di biologia nei laboratori Ibimet-Cnr e realizzare insieme un reportage video-fotografico.

L’esperimento, condotto da Stefano Di Marco e Fabio Osti, Ibimet-Cnr,  si propone di verificare l’efficacia in vitro (condizioni di laboratorio) di più specie di Trichoderma nei confronti di funghi patogeni che producono cancri e marciumi nella vite e nel pesco, provocando gravi danni e spesso la morte della pianta. ”

Trichoderma è un microrganismo benefico antagonista (biological control agent) in grado di contrastare microrganismi patogeni delle piante.  Esercita la sua attività antagonista attraverso diversi meccanismi d’azione quali micoparassitismo, antibiosi, competizione per lo spazio e per i nutrienti, induzione di resistenza nella pianta, aumento a della biodiasponibilità di nutrienti e produzione di sostanze di crescita, e promozione della crescita della pianta”, spiega Stefano Di marco, ricercatore Ibimet-Cnr. “Il Trichoderma, grazie a queste peculiarità e alla innocuità nei confronti delle piante coltivate, può essere un efficace strumento dell’agricoltura biologica”.

Da oltre 10 anni, l’Area di ricerca Cnr-Inaf di Bologna accoglie studenti del  quarto anno delle scuole superiori per stage estivi di carattere sperimentale o di alternanza studio-lavoro presso i laboratori degli Istituti e le altre strutture presenti all’interno dell’Area.

 

Leave a Reply

  • (will not be published)