Immagine

mag 2014

Il Cnr in missione a Nautilus, il programma di Rai scuola che parla di scienza dando voce ai protagonisti, per parlare del legame tra scienza e arte.

Il servizio si apre con una breve introduzione di Riccardo Pozzo, direttore del Dipartimento di scienze umane e sociali, patrimonio culturale del Cnr. “In Italia abbiamo una grande quantità del patrimonio mondiale, in termini di espressione artistica ed è indispensabile che i beni culturali vengano conservati e fruiti”. Il Direttore ricorda come il Cnr sia stato presente durante l’alluvione del 1966 a Firenze, mettendo a disposizione le competenze non solo di bibliotecari e storici dell’arte, ma anche di fisici, chimici, biologi, architetti, ingegneri. “Tutti assieme a intervenire con rapidità ed efficacia per restituire questo patrimonio che altrimenti sarebbe andato perduto”.

Ospiti della trasmissione Daniele Malfitana, direttore dell’Istituto per i beni archeologici e monumentali del Cnr, che racconta come la ricerca scientifica aiuti a tutelare l’immenso patrimonio artistico dell’Italia con l’ausilio delle più moderne tecnologie; mentre Costanza Miliani, dell’Istituto di Scienze e Tecnologie Molecolari, descrive il Molab, un laboratorio mobile, vero e proprio ‘pronto soccorso’ per dipinti, costituito da strumenti portatili d’avanguardia che consentono di effettuare misure tecnico-scientifiche con metodi non invasivi nello stesso luogo dove l’opera d’arte è conservata, eliminando rischi e costi connessi al trasporto in laboratorio.

Nella stessa puntata il presidente del Cnr, Luigi Nicolais, racconta la storia e il presente dell’Ente.

 

 

Leave a Reply

  • (will not be published)