Nov 2021

L’Ocean Action Day organizzato all’interno di COP26 – la conferenza delle Nazioni unite sul Climate Change che si svolge a Glasgow – pone all’attenzione di tutti l’importanza degli oceani per la vita sulla Terra, evidenziando il nesso tra i mari e il cambiamento climatico. In linea con queste tematiche è il video realizzato dall”Istituto di scienze marine del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Ismar) di Venezia, in occasione di One Ocean Science, evento di sensibilizzazione, in modalità digitale, promosso da Ifremer (Istituto francese di ricerca per l’esplorazione del mare), Ird (Istituto nazionale di ricerca francese per lo sviluppo sostenibile) e Cnrs (Centro nazionale francese per la ricerca scientifica).

Gli oceani contrastano i cambiamenti climatici, grazie alla capacità di assorbire il 25% di CO2. Il loro studio e monitoraggio è essenziale per evitarne il degrado verso il quale si stanno dirigendo. Attraverso video, post sui social, quiz, interviste ecc.si intende fornire una risposta al perché la scienza marina è importante per prevedere e affrontare i cambiamenti climatici. Venezia è un hot-spot e un laboratorio naturale privilegiato per lo studio dei cambiamenti climatici. Qui l’Ismar raccoglie dati e crea modelli numerici in previsione di scenari futuri estremi, legati all’innalzamento del livello del mare, che preoccupa gli scienziati. In previsione dell’aumento del livello “in un futuro prossimo le misure a difesa della laguna potrebbero non bastare”, dice Debora Bellafiore del Cnr-Ismar. Per questo servono “misure e modelli di previsione sempre più affidabili”.

“Comprendere il ruolo dell’oceano nel sistema climatico è fondamentale per la mitigazione dei cambiamenti climatici. Ciò richiede di studiare i processi oceanici e la variabilità climatica e di sviluppare e mantenere sistemi osservativi multi-parametrici”, precisa Rosalia Santoleri, direttore Cnr-Ismar.  “Il Cnr-Ismar è fortemente impegnato in questa sfida globale, concentrandosi principalmente sul Mar Mediterraneo che attualmente si riscalda ad un ritmo del 20% più veloce rispetto al resto del globo. La COP26 e l’Ocean Decade offrono un’ottima opportunità  di riconoscere il ruolo dell’oceano nella mitigazione del clima e l’importanza di  incrementare  i finanziamenti  per rafforzare la ricerca marina”.

Per maggiori informazioni: https://oneoceanscience.com/

Leave a Reply

  • (will not be published)