cartadiritti

ott 2014


Due giorni per approfondire ogni aspetto della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea. All’importante appuntamento, promosso a Roma, dall’Istituto di studi giuridici internazionali (Isgi-Cnr), in una sala del Consiglio nazionale delle ricerche, hanno preso parte esperti sia italiani che internazionali per illustrare le esperienze nei vari Paesi dell’Unione.
Alla due-giorni di studio è intervenuto, fra gli altri, anche Guido Raimondi, rappresentante dell’Italia alla Corte Europea dei Diritti, che ha rilevato qual è il livello di fiducia dei cittadini e le principali violazioni segnalate ed affrontate.
Dello stato del rapporto fra il diritto italiano e la Carta, invece, ha parlato il giudice della Corte Costituzionale Giuseppe Tesauro.
Il processo della Carta, è stato sottolineato, è in progressiva evoluzione e in alcuni casi reclama il coinvolgimento dei rispettivi Paesi dell’Unione.
La Carta, comunque, non sarebbe ancora sfruttata in tutte le sue potenzialità e per questo sono importanti le presenze delle istituzioni e dlela politica.

Leave a Reply

  • (will not be published)