gargani

dic 2014

“La mia vocazione medica è stata tardiva, durante il liceo volevo fare il direttore d’orchestra, professione che avrei svolto volentieri però solo se avessi potuto dirigere orchestre importanti. Sentivo invece che fare il medico mi sarebbe piaciuto a tutti i livelli e che la conoscenza del funzionamento dell’Uomo era il Sapere Ultimo. Poi la ricerca clinica è venuta quasi per caso, il dott. Picano dell’Ifc-Cnr mi ha proposto alcuni argomenti da sviluppare, ed io mi sono appassionata a questo gioco meraviglioso”.

Luna entra a far parte dell’équipe dell’Istituto di Fisiologia Clinica come tesista ma presto viene assunta a tempo indeterminato; giovanissima ricercatrice medico, specializzata in cardiologia, si è fatta già notare a livello internazionale per un nuovo metodo di indagine cardiologica basato sull’ecografia del polmone, detta ‘delle comete ultrasoniche’.

Leave a Reply

  • (will not be published)