Immagine

ago 2020

Il Cnr risponde - La devastante esplosione avvenuta presso il porto di Beirut ha interessato circa 3000 tonnellate di nitrato di ammonio. “Il nitrato di ammonio è un composto chimico che si presenta come un cristallo inodore e incolore e viene utilizzato come fertilizzante in agricoltura, ma è anche uno dei componenti principali di esplosivi usati in ambito civile e industriale, ad esempio in miniera”, spiega Valeria Di Sarli, ricercatrice dell’Istituto di ricerche sulla combustione del Cnr di Napoli. “È di per sé inerte a temperatura ambiente ma, se sottoposto a temperature elevate, va incontro a reazioni che liberano, in pochissimo tempo, grandi quantità di energia”. Un’esplosione di nitrato di ammonio, come quella che si è verificata a Beirut, produce enormi quantità di ossidi di azoto. “Il biossido di azoto è un gas dal colore rossastro e dall’odore molto sgradevole, ha una tossicità fino a quattro volte superiore rispetto al monossido di azoto ed è responsabile di diverse patologie respiratorie, come l’edema polmonare.

“Il Cnr risponde” è lo spazio di informazione dedicato alle principali questioni di attualità. Gli esperti dell’Ente mettono a disposizione del pubblico la propria conoscenza con pillole video di due minuti e un linguaggio semplice e diretto.

Leave a Reply

  • (will not be published)