venanti

ott 2016

 

“Non credo di essere il primo di nessuno… però sono Franco Venanti” con queste parole comincia il documentario sulla vita del pittore perugino, che ha dedicato parte della sua attività artistica e di animazione culturale a collaborazioni con ricercatori e strutture di ricerca, dal Cnr sul tema dell’Artico a Roberto Battiston, attuale presidente Asi, su quello dell’entropia.

Venanti si racconta fra gli oggetti della sua bottega colma di pop-art incettata dai rigattieri, di oggetti del passato, di collezioni stravaganti, da un cappellino liberty a un casco guerresco, da una gabbia di pappagalli ad un’automobilina a pedali; una moltitudine di oggetti apparentemente appoggiati in maniera caotica ma che trovano il loro posto ricostruendo nel loro insieme un ordine superiore. Luogo metafisico fatto di materia, dove tutto si fonde ma nulla si confonde, dove tra una stola di un monsignore e una bambola rotta si crea quello stesso spazio entropico che caratterizza gran parte della sua ricerca pittorica.

Il cortometraggio di Marco Ferrazzoli, realizzato dalla WebTv del Cnr, è stato proiettato in occasione della presentazione del libro: ‘L’albero davanti casa’, un album fotografico realizzato dal pittore che da sempre ama scrutare e addentrarsi nei piccoli mondi attigui e che questa volta ha scelto di osservare l’albero che sta davanti alla sua abitazione: “ne ho scandagliato i particolari fino ad intravedervi paesaggi, disegni e messaggi”.

Leave a Reply

  • (will not be published)