Gen 2023

Testimonianze e documenti per delineare l’impatto che le cosiddette “leggi razziali” ebbero sulla comunità scientifica e accademica italiana. A questo mira la collaborazione tra l’Ingv, il Cnr, l’Accademia dei Lincei e l’Istituto nazionale per l’analisi delle politiche pubbliche (Inapp), unitamente all’Unione delle comunità ebraiche italiane (Ucei) e alla Comunità ebraica romana (Cer). Una raccolta di testimonianze e documenti che andranno ad implementare la piattaforma “Pagina della memoria” inaugurata dall’Ingv lo scorso gennaio 2022.

“A causa delle leggi razziali del 1938, donne e uomini, eminenti scienziati, giovani ricercatori e tecnici furono dispensati dal servizio nel nostro ente, come in altri. Una persecuzione dei diritti che, di lì a poco, sarebbe diventata persecuzione delle vite. Con quella iniziativa nel mondo della ricerca, si generò un processo che rappresenta ancora oggi una delle pagine più buie del Novecento e che originò la distruzione di scuole scientifiche, come di interi nuclei familiari”, dichiara Maria Chiara Carrozza, Presidente Cnr.

Leave a Reply

  • (will not be published)