Immagine

nov 2014


AsiTv – Dopo un’attesa durata 10 anni, è partito il conto alla rovescia per Rosetta, la sonda europea che si prepara al momento più spettacolare della sua lunga missione. Infatti, il 12 novembre 2014 inizia la discesa del piccolo lander Philae verso la superficie del nucleo della cometa 67P/Churyuomov-Gerasimenko. Una discesa lunghissima, che durerà molte ore e senza poter prevedere il punto esatto dell’atterraggio, ma che segna un traguardo importante: per la prima volta nella storia uno strumento costruito dall’uomo toccherà la superficie di una cometa e raccoglierà campioni per spiegare i misteri della nascita dell’universo.
Per la missione Rosetta, lanciata nello spazio il 2 marzo 2004, l’Italia è sempre stata in prima fila, con la planetologa Angioletta Coradini, scomparsa nel 2011, con Asi, con le universita’ Parthenope e di Padova, l’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), il Politecnico di Milano e il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) che, in particolare, con il laboratorio Luxor-Ifn del Cnr di Padova, ha contribuito allo sviluppo della tecnologia della ‘Wide Angle Camera’, la camera per imaging ad alta risoluzione e largo campo di vista, fondamentale per la corretta acquisizione delle immagini non solo del nucleo della cometa ma anche della chioma.

Leave a Reply

  • (will not be published)