Parano

mag 2020

Il Cnr risponde – A casa, tra lezioni a distanza e comprensibile svago, il tempo che i minori trascorrono sul Web è aumentato, complice la quarantena da Covid-19. Questo rappresenta un rischio, confermato dai dati della Polizia postale con l’incremento di denunce per adescamento di minorenni. Quali precauzioni utilizzare? Quale approccio corretto bisogna avere nei confronti dei ragazzi, consentendogli comunque di utilizzare uno strumento fondamentale come Internet? Si tratta di domande a cui risponde il nostro esperto, Enrico Parano, dell’Istituto per la ricerca e l’innovazione biomedica del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Irib). “Da pediatra, oltre che da genitore, posso dire: oggi più che mai non lasciamo i nostri figli a navigare da soli. Certo, spieghiamo loro l’aspetto positivo di poter interagire con persone di tutto il mondo grazie a questo mezzo strepitoso che è internet. Però mettiamoli in guardia: alcuni contatti, specie se estranei al nostro mondo, fatto di famiglia e amici, possono rivelarsi pericolosi”.

“Il Cnr risponde” lo spazio di informazione dedicato alle principali questioni di attualità. Gli esperti dell’Ente mettono a disposizione del pubblico la propria conoscenza con pillole video di due minuti e un linguaggio semplice e diretto.

 

Leave a Reply

  • (will not be published)