articosuoni

mag 2014

Giusi Buscaino, ricercatrice dell’Istituto per l’ambiente marino costiero del Cnr (Iamc-Cnr) di Capo Granitola, coordina le attività in Artico del gruppo di bioacustica marina che riguardano principalmente lo studio del paesaggio acustico marino del Kongsfjorden.

In collaborazione con l’università di Oslo, il gruppo Iamc-Cnr svolge attività di monitoraggio acustico nel fiordo attraverso il posizionamento nel fondo marino di tre registratori acustici marini autonomi. “Questi registratori permetteranno la raccolta di segnali acustici in una banda di frequenza utile al rilevamento e analisi di sorgenti di origine biotica (mammiferi marini, pesci e crostacei) e abiotica (ad es. lo scioglimento dei ghiacci, la caduta di masse di ghiaccio) nell’arco dell’anno”, spiega Giusi. “L’obiettivo principale del nostro progetto è lo studio dei trend delle differenti componenti del paesaggio acustico dell’ecosistema marino artico in funzione dei ritmi circadiani e stagionali”.

Per saperne di più:  www.bioacousticslab.iamc.cnr.it

Leave a Reply

  • (will not be published)